• People

Tom Ford: il poliedrico stilista-divo

Fusione tra minimalismo e seduzione, essenzialità e glamour. Questi i segreti che caratterizzano un personaggio unico nel suo genere, re indiscusso di stile.

Dalla moda ai profumi fino ad arrivare al cinema. Colui che è stato in grado di rivoluzionare lo storico e famoso marchio Gucci e di rilanciarlo a livello internazionale, stiamo parlando dell'eclettico e geniale Thomas Carlyle Ford, più noto come Tom Ford.

Classe 1961, l'acclamato stilista e regista texano ha trascorso la sua infanzia tra Houston e Santa Fe per poi trasferirsi definitivamente a New York, dove frequentò la prestigiosa Parsons School of Design e soprattutto la leggendaria discoteca Studio 54. Dopo aver lavorato a Parigi per sei mesi come stagista da Chloé, nel 1986 decise di laurearsi in architettura, nonostante avesse studiato moda per anni. Solo due anni dopo, Tom viene nominato Direttore del Design alla Perry Ellis sotto la supervisione di un altro nome noto del fashion system: Marc Jacobs.

Il passo decisivo per la sua carriera lo compie nel 1990, entrando a far parte del meraviglioso mondo della maison Gucci, quasi sull'orlo del fallimento. Inizialmente occupandosi dell'abbigliamento donna ready-to-wear, nel 1994 riuscì a ricoprire il ruolo di direttore creativo rivoluzionando il marchio e proponendo una donna molto sensuale con abiti fascianti e profonde scollature. Lo stile hippy rivisitato in chiave chic, vertiginosi tacchi a spillo, dettagli sportswear e inserti metallici e in pelliccia furono i tratti distintivi che ritroviamo nelle sue ultime collezioni. Non dimentichiamo la capacità di saper rilanciare la famosa borsa Gucci Bamboo, moderna e in versione maxi.

Nel 2000 assunse anche l’incarico di Creative Director per Yves Saint Laurent, che entrò a far parte del gruppo Gucci. Ford non sbaglia un colpo, infatti anche in questo caso è riuscito a ridare smalto al nome della famosa maison francese con proposte vistose per donne sempre sensuali, senza mai lasciare lo stereotipo di bellezza in stile USA, facendo scandalo con la campagna pubblicitaria del profumo M7 che mostrava un nudo integrale maschile in omaggio alla celebre foto di Yves Saint Laurent.

"Con grande tristezza" come dichiarò lui stesso, nel 2004 lasciò la maison fiorentina, creando insieme a Domenico De Sole la società "Tom Ford". Nel 2007 insieme all'attesissimo lancio della sua collezione di accessori e capi di abbigliamento maschile, viene inaugurata la sua prima boutique a Madison Avenue nella Grande Mela.

Non solo moda, infatti lo stilista collabora da moltissimi anni con Estée Lauder per la creazione di profumi e prodotti di bellezza, ed è proprio in seguito all'apertura del suo primo negozio che lancia sul mercato le indimenticabili fragranze "Black Orchid" e "Grey Vetiver". Ford è famoso in particolar modo per la forte influenza esercitata attraverso le provocatorie campagne pubblicitarie dei suoi profumi, passando da quelli creati per Gucci e Saint Laurent fino ad arrivare a quella del suo ultimo profumo, con la modella Cara Delevingne che fa il bagno nuda, fotografata da Terry Richardson. Impossibile dimenticare quella di Tom Ford for Men del 2007, pubblicità censurata in Italia e che mostrava la bottiglia tra i seni nudi di una modella.

Al contrario di numerosi suoi colleghi, Ford decise di dedicarsi inizialmente all'abbigliamento per l'uomo e solo nel 2010 lanciò la sua prima collezione da donna caratterizzata da una visione moderna, femminile e sensuale come lui stesso afferma: "La donna che mi ispira crede in se stessa, è forte, dunque sexy. Per me, non esiste maschile o femminile. Ci sono solo persone forti e meno forti, sexy e non così sexy". Sarà per questo che moltissime dive di Hollywood sono pazze di lui? Il suo stile è unico e inconfondibile, un mix perfetto tra classico e sporty-chic con l'utilizzo di materiali di alta qualità, reinterpretando in chiave moderna gli abiti degli anni '60 e '70.

Un anno dopo lancia una collezione di cosmetici con prodotti per il make-up e per la pelle. Cosa si può volere di più?

Tom Ford non è soltanto un fashion designer, è un artista completo, una figura poliedrica, una vera e propria icona di stile. Avendo sempre avuto numerosi contatti con il mondo di Hollywood, grazie alla partecipazione nel film "Zoolander" e occupandosi dei costumi di James Bond in "Quantum of Solace", nel 2008 decise di dar sfogo alla sua vena artistica debuttando sul grande schermo ma non come attore, bensì come regista del film "A Single Man", tratto dall'omonimo romanzo di Christopher Isherwood e interpretato da Colin Firth. Il film racconta la tipica giornata di un professore omosessuale e della sua solitudine dopo la morte del suo compagno. La pellicola, presentata alla 66° Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, si è aggiudicata il "Queer Lion" per il miglior film a tematica omosessuale.

Stilista, regista, produttore, sceneggiatore, icona e anche padre e marito perfetto. Infatti, dal 1986 Tom Ford ha una relazione con il giornalista inglese Richard Buckley e dopo ben 26 anni trascorsi insieme, la coppia ha annunciato la nascita del loro primo figlio, Alexander John Buckley Ford.

"Nella vita puoi scegliere una volta sola, e ti può andare bene o male", così ripeteva sempre l'adorata nonna, sua unica e vera maestra di stile. Noi possiamo affermare senza alcun dubbio che Tom Ford nel corso della sua vita è stato in grado di prendere sempre giuste decisioni che lo hanno portato a raggiungere un successo internazionale e soprattutto tante soddisfazioni. Tom noi ti amiamo!

Claudia Brizzi

SUGGESTED ARTICLES

Rita Ora per Tezenis

Rita Ora per Tezenis

È la popstar britannica Rita Ora la nuova testimonial del famoso brand italiano Tezenis.

Read more

Retropose: Intervista alle designer

Retropose: Intervista alle designer

Giulia Mitarotonda e Federica Cremisini, creative e imprenditrici, raccontano la loro creatura.

Read more

Profumeria home, le fragranze che danno vita agli ambienti

Profumeria home, le fragranze che danno vita agli ambienti

Il profumo ha il compito di descrivere una persona, e ancora di più un luogo, per donargli un'identità e del carattere. E più le essenze saranno di nicchia, migliore sarà l'effetto.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.