• People

Jared Leto: il musicista-attore che fa parlare di sé.

Eclettico, stravagante, poliedrico. Jared Leto ha una personalità che attira i media e che ben si sposa con il cinema e la moda in cui risalta per i suoi look e outfits che lasciano il segno.

Occhi di ghiaccio, capelli lunghi castani, barba folta. No, non stiamo parlando di Gesù - anche se per molti lo è- ma di Jared Leto. Frontman, cantante e fondatore nel 1998, insieme a suo fratello Shannon Leto, della band Thirty Seconds to Mars, vincitrice di diversi dischi di platino.

Leto è stato premiato nel 2013 come miglior attore non protagonista per il film Dallas Buyers Club, per cui ha ricevuto il Golden Globe, il Satellite Award e il Premio Oscar. Il prossimo Agosto 2016, sul grande schermo insieme a Will Smith e Cara Delevingne, interpreterà il ruolo di Joker nel film della Warner Bros "Suicide Squad” diretto da David Ayer, film per cui ha detto addio alla folta e lunga chioma e alla barba apparentemente incolta, "caso" che ha sconvolto tutti i suoi fan.

Jared Leto è un personaggio eclettico, particolare, poliedrico e camaleontico. Soprattutto per la prima caratteristica è stato scelto dal direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, come volto del profumo Gucci Guilty, la cui campagna è stata girata a Venezia sotto la direzione di Michele.

È ormai diventato un fenomeno virale soprattutto da quando, nel 2014, è comparso sulla copertina di GQ Italia; il sito web dell'edizione internazionale del magazine l'ha proclamato il peggior uomo vestito nel mondo, eppure Jared non indossa proprio la prima cosa che capita! Amante dei marchi Balmain, Saint Laurent ParisBurberry ma anche Dolce&Gabbana (di cui ha scelto un abito da indossare durante il concerto che ha fatto a Roma con la sua band, ndr), Leto è spesso nelle prime file delle sfilate più importanti di Parigi e New York. Ha fatto parlare di sé durante la sfilata a New York di Moschino, in cui è arrivato con trentacinque minuti di ritardo facendo però, alla fine dello show, i complimenti agli altri spettatori per il loro stile; o ancora di più quando si è presentato biondo platino come Kim Kardashian, anche lei presente, alla sfilata di Balmain a Parigi.

È infatti anche per il continuo cambio di capelli che Jared Leto è apparso spesso sulle riviste di moda più conosciute; i tagli e i colori più stravaganti, dal verde al rosa al platino per esempio, li ha utilizzati lui finendo per diventare un modello, lo stesso che si può dire abbia diffuso lo stile hipster, in cui la barba molto folta e in apparenza incolta ha un ruolo importante.

Risulta comunque essere un uomo affascinante e sempre adatto per le varie occasioni a cui partecipa. Il suo stile hipster, un po' rock e a tratti trasandato, lo rende semplice ma allo stesso tempo elegante, ma come dicevo prima le sue scelte non sono mai casuali né tanto meno economiche.

Per tutti i suoi fan adesso non rimane che attendere l'uscita del suo prossimo film e della campagna di Gucci in cui è protagonista: we're waiting for you Jared!

Livia Maulucci

SUGGESTED ARTICLES

Olympia Le-Tan: la clutch a forma di libro con una storia da raccontare

Olympia Le-Tan: la clutch a forma di libro con una storia da raccontare

Olympia Le-Tan, una clutch che fonde la letteratura con il design. Nel reinterpretare le copertine di libri classici e trasformarle in borse alla moda, la stilista ha raggiunto l'impossibile creando qualcosa di completamente nuovo nel Fashion World.

Read more

Fascino metropolitano e carattere sperimentale: la nuova eleganza porta il nome di Proenza Schouler

Fascino metropolitano e carattere sperimentale: la nuova eleganza porta il nome di Proenza Schouler

Il brand fondato e diretto dai due amici ed ex-compagni di studi alla Parsons School, Jack McCollough e Lazaro Hernandez, è diventato una realtà di riferimento attesissima della fashion week newyorkese.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.