• People

Karen Elson tra moda, musica e filantropia

Karen Elson è top model, cantante e ambasciatrice di Save The Children. Ha calcato le passerelle più importanti di Milano, Parigi, Londra e New York. Testimonial di alcune tra le più memorabili campagne pubblicitarie di sempre, come quella del profumo di Jean Paul Gaultier "Classique", e molto altro.

Karen Elson, segni particolari occhi azzurri, capelli rossi, alta un metro e settantotto, le sue misure assomigliano a dei numeri fortunati: 84 - 62 - 87,5. È oggi una delle figure più poliedriche del mondo dello show biz. La sua carriera inizia nel 1995 come indossatrice, notata da un lungimirante talent scout di un'agenzia di Manchester che le fa ottenere l'anno successivo la prima copertina niente meno che per Vogue Francia. Dopo soli due anni le vengono aperte le maestose porte del regno dell'alta moda e diverrà una delle top model più acclamate del momento, oltre ad essere immortalata per i magazine più importanti da fotografi dal calibro di Steven Meisel e Mario Testino.

Personaggio decisamente stralunato e interessante, pensate che ha celebrato il matrimonio con il marito Jack Withe, cantante degli White Stripes, su una canoa nel Rio delle Amazzoni e uno sciamano in veste di officiatore, per poi dare un party di divorzio con amici e parenti nel 2011. Ha conquistato le passerelle di Milano, LondraParigi e New York sfilando per Gianfranco Ferré, Osca de la Renta, McQueen, Dries Van Noten, Marc Jacobs e molti altri. Incanta tutti nei panni di testimonial per le campagne pubblicitarie dei maggiori brand come Versace, Armani, Tiffany e Christian Lacroix o come nella celebre pubblicità del profumo "Classique" di Jean Paul Gaultier. Oppure il mini musical girato nel 2015 da Johan Renck per promuove la nuova linea di gioielli "Étourdissant" di Cartier, dove la Elson balla sulle note di "Diamonds are a girl's best friend" e interpreta l'icona hollywoodiana, Marilyn Monroe.

Non sono mancati neanche i riconoscimenti alla carriera come i Fashion Award nella categoria "modella dell'anno" del 2005 e del '98, dove un ammaliato Karl Lagerfeld l'ha definita "la bellezza del millennio". È stata chiamata anche a partecipare a due delle edizioni dell'ambito Calendario Pirelli, prima nel 2001 e poi nel 2006, già questi valgono più di mille parole.

Se per essere una modella di successo bisogna avere carisma e temperamento come Gabrielle Solis di "Desperate Housewives" insegna, lei ne ha da vendere e nel 2003, all'età di venticinque anni, si catapulta nel mondo della musica. Inizia come corista per Robert Plan, il musicista, autore e compositore che nel 1968 insieme ai Led Zeppelin fu fautore della nascita dell'hard rock. Nel 2005 incide il primo singolo dal titolo "Coming Down", che sarà distribuito come inserto insieme alla rivista Uncut Magazine. Dopo cinque anni e un periodo passato a collaborare ed esibirsi con altri grandi nomi della musica come Cat Power e Melissa Auf der Maur, registra il suo primo album "The Ghost Who Walks", dove l'accompagna alla batteria l'ex marito.

Una vita passata anche a fare battaglie sociali. Prima di tutto quelle contro l'anoressia: convinta che il mondo della moda, con le sue modelle skinny-size, abbia un impatto negativo sulla vita delle giovani donne, si fa portavoce di questa problematica, dichiarando come già dall'età di soli sette anni avesse sofferto di disturbi alimentari. Non mancano neanche le campagne in favore di Save The Children di cui è ambasciatrice dal 2014. È andata di persona in Sierra Leone, Costa d'Avorio e Siria per sponsorizzare il progetto "No Child Born to Die" e la vaccinazione dei bambini, progetto che ha visto oltretutto la partecipazione di Louis Vuitton, Cartier, Gucci, Chanel e Alexander McQueen.

Ha anche collaborato alla creazione di una capsule collection per la Fashion Saves Lives Campaignvenduta in esclusiva su Matchesfashion.com con la designer Charlotte Olympia:si tratta di maglioncini in cashmere nei toni del verde, con un leopardo che addenta giocosamente l'iconica scarpa rossa.

Alessandro Iacolucci

SUGGESTED ARTICLES

Olympia Le-Tan: la clutch a forma di libro con una storia da raccontare

Olympia Le-Tan: la clutch a forma di libro con una storia da raccontare

Olympia Le-Tan, una clutch che fonde la letteratura con il design. Nel reinterpretare le copertine di libri classici e trasformarle in borse alla moda, la stilista ha raggiunto l'impossibile creando qualcosa di completamente nuovo nel Fashion World.

Read more

Prisma Bag. La borsa trasformista di Alexander Wang

Prisma Bag. La borsa trasformista di Alexander Wang

È una delle creazioni del giovane designer Alexander Wang pronta a diventare icona grazie alle sue caratteristiche trasformiste. La Prisma Bag non è una, non sono due e neanche tre, sono trentacinque modelli che si adattano alle esigenze. Quello che le accomuna è lo stemma.

Read more

Intervista a Mariù De Sica

Intervista a Mariù De Sica

Donne vere e italianità d'altri tempi.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.