• Fashion

Tag Heuer Carrera: un orologio da numeri 1

La passione per i motori delle macchine da corsa unite al design di ultima generazione. Sono gli orologi della collezione Carrera, accessori eleganti e sportivi allo stesso tempo ma con una "marcia" in più rispetto agli altri, vediamo quale.

Se c'è un accessorio a cui l'uomo non rinuncerebbe mai è proprio l'orologio, che oltre ad essere utile diventa un oggetto decorativo e per questo ognuno lo seleziona con estrema cura in base alla propria personalità. Non tutti gli orologi sono uguali: la scelta va da quelli sportivi che hanno anche la funzione di cronometrare il tempo, specialmente durante un'attività fisica in corso, ai modelli di lusso che possono raggiungere un valore economico equivalente a quello di un solitario o di un trilogy dall'elevata caratura, fino a quelli che fondono sportività ed eleganza insieme.

L'orologio svizzero Tag Heuer Carrera appartiene a quest'ultima categoria. Era il 1953 quando il famoso pilota argentino Juan Manuel Fangio, per cinque volte campione di Formula 1, vinse la Carrera Panamericana Mexico. Fu un evento straordinario, tanto che nel 1964 Jack Heuer battezza una delle sue collezioni di orologi Carrera, in onore della Carrera Panamericana. Dall'idea alla pratica: design pulito, quadrante aperto e facilmente leggibile, struttura resistente agli urti, specialmente quelli automobilistici! Oggi è tra gli orologi più ambiti grazie al suo carattere da "pilota elegante" e ai raffinati materiali con cui viene realizzato: il titanio, il vetro zaffiro uniti in alcuni modelli alle migliori tecnologie touchscreen.

L'ultimo, il Tag Heuer Connected, presenta al suo interno il sistema Android Wear con 4000 applicazioni disponibili su Google play store e compatibile anche con il sistema iOS. È stato realizzato in titanio e con un cinturino in caucciù.

Il brand ha proposto tra le ultime novità, orologi in edizione limitata per omaggiare personaggi come Cristiano Ronaldo o Cara Delevingne. Quello pensato per la supermodella inglese ha la lunetta tempestata di diamanti, cinturino in pelle nera trapuntata, appliqué e lancette in oro rosa, in contrasto con il color antracite del quadrante e il nero dell'orologio; il tutto ad indicare l'eleganza femminile.

Si chiama Tag Heuer Formula 1 ed è stato realizzato per il fenomeno calcistico Cristiano Ronaldo. Quali migliori colori se non il verde del campo da calcio e il nero grintoso come la carica emotiva del giocatore? All'interno del quadrante la sigla CR7.

Quest'anno ricorre il 50° anniversario del Carrera con il lancio di nuovi modelli dove risalta l'altissimo livello di design che da mezzo secolo caratterizza questo accessorio, tanto amato da star come Brad Pitt e Tom Brady, o ancora Leonardo DiCaprio e Chris Hemsworth, anche scelti in passato come testimonial del marchio.

Per i più nostalgici ecco un ritorno agli anni '60 con il modello cronografo automatico calibro 18 nero, con contatore a 9 ore il primo e a 3 il secondo. È dotato di una scala telemetrica sul rehaut, strumento usato un tempo dai militari per misurare la lontananza dal fuoco di artiglieria. Design vintage, cassa in argento così come il quadrante e cinturino in pelle traforata nera.

Date tempo al tempo e anche voi ne vorrete uno!

Livia Maulucci

SUGGESTED ARTICLES

Lo stivale dei sogni è firmato Dior!

Lo stivale dei sogni è firmato Dior!

Tutto ciò che c’è da sapere sui nuovi boots Dior. L’ispirazione, la forma, i colori che hanno portato alla creazione di questo accessorio unico.

Read more

Ricki Hall: New Virility e Consolle

Ricki Hall: New Virility e Consolle

Sara la barba? Oppure I tatuaggi?

Classe 87, modello per moltissime campagne dei brand più famosi, Hall è il fautore, nonché il propulsore, della moda del capello leccato e della barba lunga. Sguardo spietato e completamente ricoperto di tatuaggi, Ricki Hall è il modello più influente del Great Britan.

Read more

Dalla strada alla passerella: nuove varianti di couture

Dalla strada alla passerella: nuove varianti di couture

Essere cool non è mai stato così comodo, grazie a Nasir Mazhar e Gosha Rubchinskiy per questo 2016 vedervi indossare la tuta non sarà più un privilegio del corriere Bartolini; tra sneakers e Diy la moda è sempre meno rigorosa.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.