• Fashion

Suède-mania: the 70s are back

Utilizzato dalle tribù pellerossa, il camoscio non passa mai di moda e viene riproposto sulle passerelle dai più importanti designer internazionali per l'estate 2016.

Nostalgia degli anni '70? Don't worry! Torna protagonista delle passerelle e non solo, il famoso tessuto in pelle scamosciata: il suède. Giacche, gilet, gonne e abiti corti, gli stilisti hanno dato sfogo alla fantasia realizzando capi declinati nelle diverse sfumature della terra, colore simbolo dell'"effetto scamosciato" ma anche in nuances più delicate, perfette per la bella stagione come il beige, il grigio ghiaccio, il verde chiaro e il rosa pallido.

Per uno stile retrò e attuale al tempo stesso, il camoscio raggiunge il culmine del successo con la giacca sahariana chiusa dai lacci creata da Yves Saint Laurent e indossata dalla modella Veruschka nel 1968, un must-have che continua a essere rivisitato in chiave moderna ancora oggi. Fu solo nell'estate 1970 che, con la collezione "Natives of the Americas" di Giorgio Sant'Angelo, prese il via il guardaroba hippie con abiti impreziositi da fiori, gli chemisier, i pantaloni a zampa e le giacche in suède.

In questo periodo, con l'arrivo della bella stagione è fondamentale indossare capi in perfetto stile "Coachella", il festival musicale più atteso dell'anno in cui non sono mancati i look western con gilet di camoscio, frange, shorts d'ispirazione cowboy con un tocco di influenze bohémien date dai pantaloni wide-legs, le texture etniche e i dettagli in pizzo.

I capi in camoscio sono sempre stati arricchiti dall'accessorio più amato dalle fashion victims: le frange, che prendono il sopravvento con la giacca di Dennis Hopper nel film Easy Rider, uscito nel 1970. Anno in cui viene pubblicata su Vogue Italia una campagna pubblicitaria di Dior che vide come protagonisti indiscussi Parigi, il suede e le frange, senza dimenticare quella di Givenchy pubblicata ancora prima, nel settembre 1967. Le frange sono l'accessorio versatile per eccellenza, infatti se applicate sulle giacche possono conferire un look hippie oppure il classico biker style, per una donna più rock-chic.

Dai total look di Balmain alle applicazioni su abiti e accessori, il camoscio ha ispirato le collezioni estive di numerosi fashion designer. I completi giacca-gonna di Coach, i pantaloni hippie style lanciati da Tommy Hilfiger, le gonne a ruota e gli abiti ampi nei colori cammello e cappuccino perfetti per ogni occasioni firmati da Alberta Ferretti, le fantasie patchwork realizzate da Burberry, passando per le giacche smanicate di Acne Studios, gli immancabili trench di Max Mara e gli abiti firmati Fendi, la maison italiana che da sempre utilizza il camoscio all'interno delle sue collezioni.

Anche i marchi low-cost come H&M, Mango e Zara sono al passo con le ultime tendenze, lanciando sul mercato gonne in camoscio, camice, stivali in alternativa a giacche e maxi dress, che ricordano quelli indossati dalle ragazze hippie più di 40 anni fa. Zara in particolar modo punta tutto sulle scarpe, proponendo sneakers con le frange, sandali e stivali a punta per le vere "cowgirl".

Per non parlare del guardaroba maschile, che non resiste alla tentazione di un capo declinato nei colori della terra. Non solo il classico e intramontabile bomber, dai total look di Brioni ai dettagli sui pullover di Ralph Lauren, dallo smanicato imbottito di Brunello Cucinelli alla giacca sportiva firmata Tom Ford e perfetta per ogni occasione, fino ad arrivare al poncho, uno dei pezzi icona della collezione Belstaff, e alle frange scelte anche dal brand Au Jour le Jour per un look più liberty.

Stanche della classica borsa in pelle, regina indiscussa dell'inverno appena trascorso? Arrivano con grande forza le borse in camoscio che ci permettono di scegliere il modello più adatto al nostro look. Dall'elegante maxi-bag blu di Jason Wu alla tracolla di Jerome Dreyfuss fino alla famosa bucket bag di Mansur Gavriel e, se non siete amanti del total suède, potete optare per le bags realizzate con inserti o elementi decorativi scamosciati.

Claudia Brizzi

SUGGESTED ARTICLES

Giorgio ma quante ne combini?

Giorgio ma quante ne combini?

Giorgio Armani manda in libreria un memoir in cui racconta di sé, della moda e della rivoluzione nel costume che lui stesso ha provocato.

Read more

Mademoiselle Privé, nel mondo di Coco Chanel

Mademoiselle Privé, nel mondo di Coco Chanel

Un invito nel tempo e nello spazio alla scoperta della maison francese.

Read more

Turning Tables part. 2

Turning Tables part. 2

I cambiamenti nella moda continuano verso l'unificazione tra uomo e donna, la vendita diretta e nuovi posti a sedere nel tavolo degli art director.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.