• Fashion

Sabot: le scarpe dal sapore Seventies tornano alla ribalta

Eredità dei figli dei fiori, i sabot a volte ritornano. Open-toe o a punta affusolata, con tacco scultura o a spillo, in pelle o in tessuto. Una volta erano le scarpe comode, ma oggi, tra dettagli raffinati e forme di design, sono diventate il pezzo forte e irrinunciabile della SS 2016.

Voglia di assecondare il bel tempo che ci fa sognare viaggi e pomeriggi relax. Abbandonarsi alla tentazione di comodità anche in città mostrando gambe e braccia non troppo abbronzate, senza mai eccedere ma con il giusto piglio malizioso e un po' 70s. Pezzo cult, i sabot, da indossare sia nelle più calde metropoli sia lungomare.

Un mood anni '70 boho-chic, che è iniziato da qualche stagione e non accenna a scomparire. Dalle runways molti stilisti lanciano sempre e comunque  uno sguardo a quell'epoca; un periodo durante il quale vestirsi con abiti fantasiosi e mixare le varie geometrie e silhouette era assolutamente d'obbligo. E, sotto a questi capi, le scarpe estive per eccellenza che si abbinavano alla perfezione erano proprio le mules. Insomma, per il loro stile deciso e aggressivo o le si ama o le si odia. Perfette sotto gonne larghe e lunghe fino ai piedi sono un alleato immancabile anche  se indossate con pantaloni a zampa rigorosamente anni '70.

Ma, cosa sono i sabot? Le scarpe aperte sul tallone che per questa stagione si tingono di colori intensi e si impreziosiscono di giochi geometrici, diventando, così, un accessorio audace e irriverente. Pertanto, per l'estate 2016 si affianca, e spesso si preferisce il termine inglese mules al fine di conferire al modello un sapore particolarmente british e urban casual, alternando a queste versioni declinazioni più estrose e chic. Anche quest'anno, i celebri sandali dal tallone scoperto hanno trovato il modo di avere un posto da protagonisti nelle collezioni più belle. Portati in passerella da alcune delle maison di moda più amate dalle fashioniste di tutto il mondo, i sabot popolano sia le linee dei brand di lusso che quelle delle griffe più commerciali con modelli open-toe, peep-toe o a punta stretta e con tacchi di diverse altezze.

Eleganti e raffinate, le mules sono state rivisitate, perciò, da molti designer in chiave contemporanea o più tradizionale soprattutto con materiali e stampe innovative. Dopo un periodo di oblio sono tornate alla ribalta su tutte le maggiori sfilate SS 2016: Céline propone dei sabot di pelle in stile texano con colori neutral-chic e tacco a cono, RoccoBarocco, ha optato invece, per degli zoccoli dal mood gitano.

I modelli di Jil Sander osano la nuova tendenza del mezzo tacco, rinnovandolo completamente nell'abbinamento tra punta tondeggiante e maxi tacco quadrato. Dalle tinte calde e pure come il rosa e l'arancione, le fasce di queste scarpe sono chiuse da una fibbia metallica, in omaggio al minimalismo caratteristico del marchio. Iceberg si contraddistingue per pezzi arricchiti da una fascia elastica con la firma del brand ed Hermès per la propria precisione e perfezione formale, confezionando dei sabot dalla forma abbastanza accollata con high heel vertiginosi.

Il mocassino con perle a borchie di Gucci è tra i modelli più desiderati dell'estate 2016. Nella nuova versione mule con nastro tricolore e logo GG, questa calzatura ha tutto il fascino della scarpa vintage rinnovata da un elegante twist di sensualità. Givenchy, invece, porta in scena versioni dallo stile ottocentesco con punta stretta e maschera frontale lace-up dalle stringhe in pizzo e pelle in diverse colorazioni.

Marni presenta un sabot dal design grafico: apertura in punta, oblò laterali e tacco di ispirazione futuristica rosso fuoco a cui si abbinano tonalità come il bianco e il nero a completare i dettagli della scarpa. Accessorio perfetto da abbinare ad un look da ufficio, a completi ma anche a gonne svolazzanti e vestitini colorati. I sandali fatti a mules portati in passerella da Fausto Puglisi hanno, peraltro, un tacco sottile quasi a spillo, una parte centrale composta da una maxi fascia, decori cuciti in stile barocco, dettagli in rilievo e borchie di colori alterni oro e argento. Salvatore Ferragamo e Jimmy Choo premiano, invece, un più deciso mood seventies realizzando sabot con borchie metalliche laterali, mentre griffe come Zara, Pura Lopez e Mansur Gavriel puntano su forme bon ton con tacco midi.

In fatto di sandali per l'estate 2016 e trend di ritorno quest'anno la certezza è questa: le mules stanno vivendo il loro grande revival. Da Céline a Marni, passando per Jil Sander o Iceberg fino alla maison Hermès, le calzature a sabot riconquistano, così, il loro posto di primo piano nella classifica delle scarpe da avere assolutamente nel proprio guardaroba.

Alessandra Rosci

SUGGESTED ARTICLES

Stile coloniale: le proposte di abiti e accessori per la primavera-estate 2016

Stile coloniale: le proposte di abiti e accessori per la primavera-estate 2016

Toni caldi e voglia d'estate uniti in outfits che richiamano il safari nel deserto; lo stile coloniale torna e questa volta è ancora più deciso. Ecco come è stato interpretato da diversi marchi durante le sfilate e nelle boutique.

Read more

Amara: Una donna ed un turbante

Amara: Una donna ed un turbante

Ore 19, diluvia. Corro a casa (rischiando la morte più volte), devo intervistare una giovane cantante poco conosciuta dal grande pubblico (nonostante le 40.000 visualizzazioni su Youtube). Prendo coraggio, mai intervistato qualcuno al telefono. Vabbè sticazzi, attivo la registrazione e chiamo: «Pronto sono Davide Falcone di Licht Magazine, avrei programmato un’intervista con Erika», «Te la passo subito, è proprio qui!» risponde un ragazzo dalla voce simpatica.

Read more

"Of my blue suede shoes"

Ovvero quando le creepers, iconiche scarpe degli anni '50 e simbolo di molte subculture giovanili, vengono rivisitate nei decenni seguenti, fino ad arrivare alla versione brogue sporty-chic proposta da Prada: un vero must!

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.