• Fashion

Il Preppy non passa mai di moda!

Che sia per uomo o per donna lo stile preppy non passa mai di moda. Dai giovani rampolli americani ai college più prestigiosi del mondo, fino all'italiano "medio", lo stile preppy unisce bon ton e stravaganza per uno stile sempre attuale.

Se c'è una certezza nella vita è sicuramente che lo stile preppy non passerà mai di moda, almeno finché Ralph Lauren farà capi di abbigliamento. Ogni moda è ciclica, ogni tendenza è più o meno amata, ma ogni cosa nasce da un'esigenza che implica spesso una questione di praticità, prende il suo nome (in questo caso l'abbreviazione), si insinua in tutto quello che è il modo di essere, invade gli immaginari collettivi, diventa riconoscibile e soprattutto auspicabile. Il preppy style nasce proprio così, erano gli anni Settanta e i giovani rampolli dell'alta borghesia americana si stavano preparando all'ammissione in una delle università più prestigiose del paese, Harvard o Yale magari, frequentando le Preparatory School. Questi giovani erano soliti indossare dei blazer con stemmi evidenti, pantaloni dal motivo check oppure in velluto a costine, camicie e cravatte, idem le ragazze che al posto dei pantaloni mettevano una gonna neanche troppo lunga, a piegoline, e arricchivano il tutto con della sobria bigiotteria o il must have d'eccellenza di questo stile, il cerchietto. Per intenderci, avete presente Blair Waldorf e Chuck Bass di "Gossip Girl"? Ecco, esattamente come loro.

Curiosità

Uno stile che a più riprese ha visto i suoi momenti di fortuna negli anni Cinquanta e soprattutto nei Settanta, come forma di separazione netta da quella che era la nascente figura dell'hippy, del suo strato culturale e del suo abbigliamento. Rilanciato di nuovo in tempi più recenti da film e serie TV che hanno fatto breccia nei teenager. Fondamentalmente il preppy rimane sempre un po' in bilico tra lo sportswear e il classico, come le collezioni Lacoste, unendo comunque il tocco bon ton ad abbinamenti audaci e soprattutto collegiali. La leggenda fa risalire la divulgazione dello stile alla McGregor, un'azienda di abbigliamento nata a New York negli anni Venti, tutt'oggi ancora in attività, che grazie alla provenienza scozzese del suo proprietario, David Doniger, avrebbe portato nel mondo dell'abbigliamento americano quei tratti tipici della sua terra, come per esempio i tessuti tartan che avrebbero poi spopolato nella Ivy League, cioè la Lega che riunisce le otto università più importanti d'America.

Preppy Man

Ma dunque cosa indossa un vero preppy addicted? Abbiamo detto che sono giovani ricchi, che sono bon ton e che non amano passare inosservati, quindi maglioni, di cotone o cashmere; il motivo è solitamente quello intrecciato oppure il Fair Isle, cioè contraddistinto da stampe geometriche, per lo più rombi; i colori sono il blu, il verdone, il carta da zucchero e anche il marrone, da indossare con una camicia aderente, bianca o fantasia, quella perfetta è col check irlandese. I pantaloni devono essere kaki o in velluto a costine, il primo nei colori caldi mentre il secondo può essere scelto in nuance anche fredde. Gap ad esempio ne propone da sempre svariate versioni, come magari gli shorts adatti all'estate, della linea Lived-In. In caso non si optasse per il maglioncino che molti ragazzi tendono ad appoggiare sulle spalle, è consigliabile il blazer con sotto il panciotto tutto abbottonato e tessuto a contrasto. Infine gli accessori: la scarpa classica è d'obbligo, si può optare per una derby, una monkstrap o un mocassino stringato, certo che se volete spezzare il tutto e renderlo più fresco una Stan Smith ci sta come il cacio sui maccheroni. Molti sono i brand che si ispirano a questo stile, tra cui Paul Taylor ottimo per i completi, gli spezzati, le giacche e i gilet. Per le polo, i maglioncini girocollo oppure a V Tommy Hilfiger ne propone un'infinità. Se poi preferite un tocco ancora più elegante Brooks Brothers pensa davvero a tutto, come per esempio all'immancabile tweed.

Preppy Woman

Anche per lo stile preppy della donna il look è fondamentalmente essenziale, ma arricchito da quei capi iconici e curati. Da evitare le scollature profonde, meglio optare per uno scollo appena pronunciato, decisamente indicata è la camicia modello oxford, chiusa con un bel fiocco al collo, infilata dentro una longuette o una gonna a pieghe blu. Adatto anche un abito corto al ginocchio con ruches e merletti che arricchiscono la parte superiore. Il must have anche qui sta nei maglioni, sempre dal motivo intrecciato e della linea Polo Ralph Lauren; ne troverete in infinite cromie, magari panna con polsi e dettagli a contrasto. Oppure, per un tocco ancora più giovanile, GANT è da sempre portabandiera di questo look. Davvero importanti sono gli accessori, uno su tutti il cerchietto dalle dimensioni medie, in velluto, nei toni del rosso, gialloarancione e la bigiotteria per spille e collane. Per le scarpe si può optare per un tacco basso, una ballerina con parigine abbinate oppure uno stivale in cuoio che cade morbido fino al ginocchio. Cuoio e pelle anche per le borse che possono essere capienti come magari una Neverfull, l'iconica di Vuitton, ma se volte osare e rendere tutto un po' più moderno, ricco e glamour perché non orientarsi su una borsa a mano di Paula Cademartori?

Lasciatevi ispirare, per il resto... Che il buon gusto sia con voi!

Alessandro Iacolucci

SUGGESTED ARTICLES

Taste of Runway: Anna Marconi Exclusive Interview

Taste of Runway: Anna Marconi Exclusive Interview

Una base di conoscenza della moda, una buona dose di amore per la cucina, una manciata di fantasia e un pizzico di speranza: questa la ricetta di Taste of Runway uno dei food blog italiani più famosi. Abbiamo intervistato la sua creatrice, Anna Marconi, che è riuscita nell’impresa impossibile di avvicinare al cibo anche le più inflessibili fashioniste.

Read more

Longchamp tra heritage e modernità

Longchamp tra heritage e modernità

Longchamp, il brand del lusso ottimistico tra storia e modernità, è forse un po' snobbato dal fashion system, ma scrive comunque ogni giorno una nuova pagina della moda tramite la famiglia, giunta ormai alla terza generazione, producendo borse e abbigliamento glamour che hanno fatto innamorare anche il jet set internazionale.

Read more

Moda uomo: 7 consigli per scegliere la tua preziosa cintura.

Moda uomo: 7 consigli per scegliere la tua preziosa cintura.

LICHT presenta le 7 cinture della nuova stagione, tutte dedicate all'uomo. Tra Hugo Boss, Prada, Saint Laurent, Gucci, Balmain, Ralph Lauren e Armani, tu quale scegli?

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.