• Fashion

Pantaloni chinos: un cult anche per i fashionisti

Un capo nato sui campi di battaglia ed oggi divenuto fenomeno di massa. LICHT ripercorre con voi la sua storia e vi aiuta a trovare il modello perfetto, tra proposte "high-fashion" e "low-cost".

Utilizzati già nel XIX Secolo dalle truppe inglesi e francesi, e dagli americani in seguito, questi pantaloni hanno un lungo passato alle spalle. Nascono infatti in Cina, dove erano indossati dai contadini: da questi ultimi il nome "chino", ovvero "cinese" in spagnolo. Spopolano negli Stati Uniti quando i veterani di guerra tornano dalle Filippine, indossando proprio quel modello derivato dall'abbigliamento militare; da allora sono stati integrati nei total look dei marchi casual prima, delle maison più celebri poi.

Da pantalone militare a sinonimo di stile metropolitano: i chinos, anche in versione "slim fit", sono un must-have del guardaroba maschile. Vengono realizzati in twill di cotone, che garantisce un comfort eccezionale ed un'alta vestibilità. Il tessuto permette infatti di ottenere varie tinture e lavaggi, facendo diventare così un capo, altrimenti minimal, un pantalone sempre attuale e dall'accento "modaiolo".

Rompono la monotonia dell'armadio maschile dando un'alternativa ai blue jeans e ai pantaloni in maglia. Comodi, camaleontici e trendy, possono essere infatti definiti degli "ibridi", in quanto sono più eleganti dei pantaloni della tuta, ma meno impegnativi di quelli del completo. Ryan Gosling abbina un paio di chino verdi ad una camicia a righe, scarpe classiche in pelle marrone ed un paio di occhiali da sole per completare il tutto. Un outfit smart-casual, perfetto per un aperitivo con gli amici o un appuntamento. Jude Law dalla vita in giù veste solo chinos; nella prima foto sceglie una maglietta dalla scollo a V ed un borsone spazioso per un look più rilassato "on the go" con l'aggiunta di boots marroni. Nella seconda foto Jude ci dimostra come questi pantaloni possano essere indicati anche per eventi più formali: li indossa assieme ad un blazer nero, camicia bianca e stivali in pelle scura, per un risultato finale pulito ed impeccabile. Chinos con risvolti sopra il ginocchio, bretelle e scarpe colorate: questo è il "go to" outfit preferito dagli hipsters; giovane e dal tocco eccentrico, quasi sempre presente nelle scarpe o negli accessori.

Pensati per un uso quotidiano, quando si parla di pantaloni sono i dettagli che fanno la differenza. Di chinos ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le tasche: da Department5, passando per griffe come Dsquared2, fino ad arrivare a brand come Zara e COS, vediamo cosa rende ciascuna proposta unica e differente dall'altra. Department5 gioca sui pattern, accostando colori come il verde pino a motivi classici ed eleganti; nel secondo modello, invece, righe rosse verticali cadono ai lati dei pantaloni facendo da contrasto con quelle tipiche del gessato. I pantaloni firmati Dsquared2 hanno un non so che di cavallerizzo, bottoni sulle tasche e pieghe centrali su tutta la lunghezza della gamba. I modelli di COS sono minimal con un certo twist, tasche a filetto posteriori che rendono il tutto più interessante e sofisticato. Zara opta, infine, per un look semplice ma curato nei minimi dettagli: chinos verde petrolio, abbinati ad una cintura di pelle marrone che richiama i mocassini.

Giulia Catena

SUGGESTED ARTICLES

L'outfit perfetto di Capodanno, sia per lei che per lui

L'outfit perfetto di Capodanno, sia per lei che per lui

Da Asos a Zara fino al luxury, come essere fashion al party del nuovo anno.

Read more

Altuzarra, quando le espadrilles slanciano

Altuzarra, quando le espadrilles slanciano

Le espadrilles, comode e informali, grazie al designer Joseph Altuzarra diventano l'oggetto del desiderio di chi non vuole rinunciare all'altezza. Per amarle (o non amarle) non potete non conoscerle.

Read more

Uel Camilo

Uel Camilo

Lo stilista delle celebrità e creatore di haute couture racconta a LICHT Magazine il suo meraviglioso viaggio nella moda, dagli esordi fino all'ultimo esperimento creativo nel prêt-à-porter.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.