• Fashion

Grammy Awards, premi a suon di moda

Anche soprannominati gli Oscar della musica, i Grammy Awards sono un'occasione per stupire sul palco e sul catwalk. Ve ne presentiamo una panoramica, mostrandovi da vicino alcuni dei look più memorabili.

Fra i numerosi eventi dello star system è impossibile non citare i Grammy Awards, il riconoscimento più importante in ambito musicale al quale un artista può aspirare. Gramophone Award era il nome origlinale , presentato dalla National Academy of Recording Arts and Sciences (anche chiamata Recording Academy), una associazione formata dalle personalità statunitensi più importanti all'interno dell'industria musicale. I premi sono divisi in categorie e i vincitori vengono scelti da una giuria di esperti, membri della Recording Accademy. Il trofeo consiste in una statuetta dalla forma di uno strumento musicale, il grammofono, ambito da ogni artista che si rispetti.

Da mostri sacri del calibro di Michael Jackson, Whitney Houston e Tina Turner, a celebrità dei nostri giorni come Rihanna, Beyoncé e Lady Gaga, numerose sono le personalità che negli anni hanno partecipato a questo evento, portando la loro musica, e anche il loro stile.

I Grammy Awards infatti possono essere considerati come gli Oscars dell'industria musicale e la cerimonia viene generalmente trasmessa in diretta televisiva, trasformando l'evento in un'occasione per stupire e per lasciare un segno grazie ai look curati nei minimi dettagli. Negli anni la passerella dei Grammys è stata calcata da moltissime star, e numerosi sono gli outfits che non possono essere dimenticati. Gli anni passano, le tendenze cambiano, ma alcuni look rimarranno sempre impressi nell'immaginario collettivo.

Correva l'anno 2000 quando Jennifer Lopez si presentò con un naked dress sui toni del verde di Versace, anche chiamato dalla stampa Jungle Dress. Quattordici anni dopo, sulla scia della cantante portoricana, Katy Perry indossa un abito effetto nude con delle note musicali stampate sulla gonna, disegnato da Valentino.

I Grammys sono anche eccentricità, come ci dimostra il look sfoggiato dal rapper Kanye West nel 2006, intento ad imitare il cantante Prince, o il corpetto con spalline, interamente ricoperto di pietre e paillettes di Givenchy, indossato da Madonna durante la cerimonia dell'anno passato, accompagnato da stivali sopra il ginocchio e un copricapo che ricorda quelli utilizzati dai toreri.

Molte sono state le star il cui unico obiettivo è stato brillare. Tra queste non è possibile dimenticare Kim Kardashian e il suo abito gioiello, indossato nel 2015, che richiama una tunica, caratterizzato dalle ampie spalle, da una cintura in vita e dalle tasche laterali. Nello stesso anno Rita Ora sfoggia un abito lungo di paillettes argentate disegnato da Prada. Katy Perry nel 2012 stupisce con un abito turchese di Elie Saab, con maniche a tre quarti impreziosito da inserti floreali, abbinato ai capelli tinti di azzurro per l'occasione.

Il 2013 è l'anno della semplicità, caratteristica che ha distinto alcune mise indimenticabili. Fra queste ricordiamo Rihanna, che indossa un abito lungo rosso fuoco di Azzedine Alaia, e Jennifer Lopez e il suo abito nero di Anthony Vaccarello, caratterizzato da uno spacco vertiginoso e dalla semplicità delle linee.

Tante sono però anche le cadute di stile e i look che meriterebbero di essere dimenticati. Nel 2010 Lady Gaga, molto spesso sotto i riflettori per le sue scelte di stile, durante la sua prima partecipazione alla cerimonia, indossa un abito disegnato da Giorgio Armani che richiama atmosfere futuristiche. Nel 2012, invece, Nicki Minaj si presenta in passerella vestita con un abito rosso di Versace abbinato ad una mantella rossa con bordature nere, accompagnata da un uomo vestito da Papa. Sempre Lady Gaga, infine, nel 2011 arriva sul red carpet all'interno di una grande struttura a forma di uovo.

I Grammy Award 2016 sono imminenti. Numerose sono le anticipazioni sull'evento di quest'anno, che si svolgerà il 15 febbraio nello Staples Center di Los Angeles. Tanti sono i nomi che si esibiranno sul palco, fra i quali Kendrick Lamar, con il maggior numero di nomination (undici), Taylor Swift, the Weeknd, Adele, Rihanna e Robin Thicke.

Lady Gaga stupirà con un medley tributo per il recentemente scomparso David Bowie, mentre John Legend e Demi Lovato, accompagnati da Meghan Trainor e Luke Bryan, si cimenteranno in un tributo per Lionel Richie. Justin Bieber si esibirà con Skrillex e Diplo come ospite del progetto Jack Ü e il palco ospiterà Travis Barker e gli Hollywood Vampires, la band che vede come membri Alice Cooper, Joe Perry e Johnny Depp.

Non ci resta che attendere la cerimonia di quest'anno per lasciarci stupire positivamente dalla musica e, chissà, forse anche dalla moda.

Giulia Porceddu

SUGGESTED ARTICLES

Ports 1961, una quotidianità che conquista il mondo

Ports 1961, una quotidianità che conquista il mondo

Trasportare un brand dalla Cina all'Italia senza perdere consensi. È possibile? Sì se il brand in questione è Ports 1961, in cui cambiare ed osare porta ad una semplicità vincente.

Read more

Top Model 2.0: L'imperativo è distinguersi

Top Model 2.0: L'imperativo è distinguersi

Dimenticatevi gli anni in cui per entrare nell'olimpo delle top model bisognava essere l'incarnazione della perfezione.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.