• Art&Lifestyle

#movie: Oldboy

Ricorda, sia un granello di sabbia che una roccia, nell'acqua affondano allo stesso modo.

E' da questo concetto che si sviluppa il film coreano diretto da Park Chan-wook. Ogni azione comporta una reazione. E non importa la qualità dell'azione stessa bensì le conseguenze che essa provoca nel mondo che ci circonda. E se provoca odio, genererà altro odio in un circolo vizioso che ha il profumo della peggior prigione possibile, quella più oscura: la mente. Il film coreano narra della reclusione forzata, e apparentemente immotivata, di un uomo, per 15 lunghi anni.
Violenza e vendetta sono da sempre, nel cinema asiatico, trattate ampiamente. In questa pellicola lo si fa senza filtri. Nuda e cruda, la violenza viene mostrata per quello che è. E il suo potere è devastante. Essere prigionieri per poter riuscire, infine ad essere liberi. Ma è davvero quello che si vuole? Essere fisicamente liberi equivale davvero a non essere reclusi?
Un noir che fa riflettere sull'importanza della verità, quella peggiore. Quella che non augureresti mai nemmeno al tuo peggior nemico.

#oldboy #park_chan-wook #2003

Valerio Amer

SUGGESTED ARTICLES

Giorgio Brato: luxury leather

Giorgio Brato: luxury leather "made in Bologna"

Ovvero la storia del brand Made in Italy che con il suo operato è riuscito a ridefinire il concetto di "leather jacket", ad esatta metà strada tra alta sartorialità e fashion.

Read more

Amara: Una donna ed un turbante

Amara: Una donna ed un turbante

Ore 19, diluvia. Corro a casa (rischiando la morte più volte), devo intervistare una giovane cantante poco conosciuta dal grande pubblico (nonostante le 40.000 visualizzazioni su Youtube). Prendo coraggio, mai intervistato qualcuno al telefono. Vabbè sticazzi, attivo la registrazione e chiamo: «Pronto sono Davide Falcone di Licht Magazine, avrei programmato un’intervista con Erika», «Te la passo subito, è proprio qui!» risponde un ragazzo dalla voce simpatica.

Read more

Retropose: Intervista alle designer

Retropose: Intervista alle designer

Giulia Mitarotonda e Federica Cremisini, creative e imprenditrici, raccontano la loro creatura.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.