• People

Tilda Swinton, camaleontica nello stile e nel talento

Icona di stile, musa di artisti e attrice di fama mondiale, per l’eterea e stravagante Tilda Swinton il tempo sembra non passare mai. E, all'insegna dei suoi 55 anni appena compiuti, noi di Licht Magazine abbiamo voluto dedicare un "focus on" a una delle donne più influenti e carismatiche di Hollywood.

Ogni volta che la si vede, sembra di avere davanti l'immagine di un extraterreste appena sceso da una navicella spaziale; eppure, inspiegabilmente, conferisce anche la sensazione di una donna del passato, eterea e senza tempo. Tilda Swinton, sin dai suoi esordi nel 1986, in cui ha recitato nella pellicola "Caravaggio" diretta dall’amico Derek Jarman (con cui strinse un sodalizio artistico durato fino alla prematura morte del regista, ndr) fino ad oggi, dove la si vede nell'ultimo lavoro "A Bigger Splash" presentato  quest'anno al Festival di Venezia, ha conquistato Hollywood e non solo, affermandosi come una delle attrici più di successo del panorama internazionale e vantando un curriculum cinematografico di non poco conto.

Tecnicamente gli anni compiuti il 5 Novembre dall'attrice sono 55, ma nella pratica Tilda Swinton non sembra essere invecchiata di un giorno. Sarà l'aria della Scozia, dove ha vissuto prima con il commediografo John Byrne (da cui ha avuto due gemelli, Honor e Xavier), poi con il suo attuale compagno, l'artista tedesco  Sandro Kopp (di diciotto anni più giovane di lei); o la sua continua capacità di cambiare, eppure di rimanere sempre uguale? O veramente vieni da un altro pianeta Tilda, o sei talmente fortunata da farci diventare verdi d’invidia!

Carismatica e magnetica, con un'energia che buca lo schermo, l'attrice britannica ha saputo costruirsi, con impegno e sperimentazione, una carriera alquanto atipica ma estremamente interessante, alternando:

  • Kolossal  come "Le cronache di Narnia", successo planetario della Disney, in cui interpreta la terribile Strega Bianca.

  •  Commedie come "Grand Budapest Hotel", dove veste i panni dell'amante miliardaria e ultraottuagenaria di Ralph Fiennes, Monsieur Gustave nel film.

  •  Ruoli scomodi come in "Orlando", "Snowpiercer" e "We need to talk about Kevin".

Vincitrice, nel 2008, di un  Oscar come migliore attrice non protagonista per la sua interpretazione della spietata Karen in "Michael Clayton" accanto all'affascinante George Clooney, la Swinton vanta anche un cuore d'artista: è stata la protagonista di "The Maybe" nel 1995, l’opera di Cornelia Parker esposta sia alla Serpentine Gallery di Londra che al Museo Barocco di Roma, per essere riproposta poi, a sorpresa, al MoMa di New York. Per questo progetto artistico giaceva in una teca di vetro, immobile e apparentemente addormentata, per otto ore consecutive. Non si può dire che non le piacciano le sfide. Impavida la nostra Tilda!

Tutt'altro che anonima e scontata, dai lineamenti spigolosi, il taglio sbarazzino e lo sguardo glaciale (sempre in versione nude), oltre che per il suo talento innato l'attrice si è fatta riconoscere anche per il proprio stile, diventando la musa di numerosi designer, da Alber Elbaz ad Haider Ackermann, da Phoebe Philo per Céline a Raf Simon, e testimonial di diverse campagne pubblicitarie per Chanel e Pomellato, per finire poi, di recente, a Mercedes-Benz con la promozione della nuova S-Class Coupé attraverso un fashion film, il cui styling è stato curato proprio da Haider Ackermann. Gli abiti dello stilista, indossati dalla bella scozzese durante le riprese, hanno mostrato perfettamente l’essenza androgina, magnetica e camaleontica della Swinton, regalandole un mood deciso e all'avanguardia, perfettamente in linea con gli standard esclusivi definiti dalla stessa Mercedes-Benz.

Karl Lagerfeld, inoltre, l’ha descritta come una donna moderna e allo stesso tempo icona di eleganza senza tempo. E, diciamocela tutta, non aveva mica tutti i torti! Tilda è una fashion icon, ma lo è in modo vero, non da addicted. In un mondo dove la bellezza è divenuta sempre più "costretta" in canoni regolari e definiti, che non ammettono eccezioni alla regola, l'attrice continua a rimanere fedele al suo stile sospeso in un'eterea androginia che le conferisce un fascino inarrivabile. Look maschili, originalità e portamento regale: elementi, questi, che rappresentano perfettamente la sua coerenza d'immagine costituita da abiti strutturati dal taglio asimmetrico, pantaloni morbidi e completi mannish; una suprema raffinatezza mixata ad un notevole senso dell'humor, che le permettono di scegliere outfits spesso al limite del portabile, catalizzando regolarmente l'attenzione di tutti su di lei.

Dopo aver scardinato i tradizionali canoni di bellezza, orgogliosa e coerente con se stessa, Tilda Swinton ha fatto dell'eleganza e di un fiero anticonformismo i propri punti di forza.  Il suo elisir di lunga vita? "Non tradire mai se stessi", ha affermato l’attrice.

A noi piaci così Tilda, semplice e versatile. Senza troppi fronzoli, paillettes o abiti femminili, perché a dirla tutta non fanno proprio per te! Della serie: "Be free to express yourself".

Alessandra Rosci

SUGGESTED ARTICLES

10 100 1000 giorni di fashion week

10 100 1000 giorni di fashion week

E’ incredibile come e quanto mi sia mancata la Gran Bretagna.

Read more

Grammy Awards, premi a suon di moda

Grammy Awards, premi a suon di moda

Anche soprannominati gli Oscar della musica, i Grammy Awards sono un'occasione per stupire sul palco e sul catwalk. Ve ne presentiamo una panoramica, mostrandovi da vicino alcuni dei look più memorabili.

Read more

Dagli anni '50 ad oggi, cambiano le epoche e il Natale no?

Dagli anni '50 ad oggi, cambiano le epoche e il Natale no?

LICHT fa una panoramica di come cambia il Natale negli anni, addobbi, regali ed editoriali che rispecchiano il mood natalizio di ogni momento.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.