• People

Il talento della maglieria Carlo Volpi visto dall'illustratore Guglielmo Castelli

“Durante le lezioni di storia dell'arte al liceo, quando ci spiegavano il Neoplasticismo, prendevo quelle linee così rigide e le torcevo su fogli, sottovalutando la purezza di forma e di pensiero”

Castelli, facendo un tuffo nel passato, racconta i tempi ai banchi della scuola e ironicamente ammette la poca simpatia nei confronti di Pit Mondrian considerato da lui stesso “presuntuoso nel pensare che la matematica potesse insinuarsi e creare arte”.

Quando poi, dopo anni, guarda le creazioni in lana d'agnello e merinos di Carlo Volpi, che nella sua ultima collezione si è ispirato a De Stijl, rimane colpito: “Ci fosse stato lui come compagno di banco durante le verifiche, avrei copiato sicuramente!”.

Francesca De Leo

SUGGESTED ARTICLES

Sapore di sale, sapore di mare

Sapore di sale, sapore di mare

Ci avviciniamo all'estate e torna a furor di popolo lo stile marinaro. Tra righe e reti da pesca, tra lusso e low-cost, non perdere le news sul navy style.

Read more

Léa Seydoux: l'irresistibile parigina dalle mille sfumature

Léa Seydoux: l'irresistibile parigina dalle mille sfumature

Léa Seydoux, attrice e modella francese, vincitrice della Palma d'oro a Cannes per "La vita di Adele" e nota con il ruolo della Bond Girl nel film "Spectre", in un focus on all'insegna di una carriera artistica ineguagliabile, uno stile effortless unico e un'intrigante personalità.

Read more

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie.